Ambasciatore Mercuri Picture

Al mio arrivo in Corea, all'inizio di marzo 2019, ho avuto il piacere di incontrare i rappresentanti della Camera di commercio italiana in Corea e ho potuto immediatamente notare la sua vitalità e il prezioso contributo che essa ha fornito al miglioramento delle relazioni bilaterali tra i 2 paesi fin dalla sua fondazione nel 2008. In un contesto economico così in rapido cambiamento, sono quindi onorato di assumere l'incarico di Presidente Onorario della Camera di Commercio Italiana in Corea e di unire le forze per rafforzare ulteriormente il commercio, gli affari e la cultura italiana

Le partnership e i progetti finora realizzati tra i due Paesi testimoniano gli impressionanti risultati delle attività promosse dall'ITCCK, che avvantaggiano non solo i suoi membri ma anche le aziende italiane che sono alla ricerca di nuove opportunità di business in Corea e si affidano alla Camera come punto di riferimento essenziale per trovare nuovi partner. Per esempio, vorrei citare la collaborazione della Camera con l'Ambasciata, l'Agenzia commerciale ICE, l'ENIT per il turismo italiano e l'Istituto italiano di cultura per la "Settimana della cucina italiana nel mondo" lo scorso novembre, che è stata una grande successo in termini di promozione dell'autenticità della cucina italiana in Corea.

I dati commerciali mostrano che il 2018 è stato ancora una volta un anno positivo per le relazioni tra Italia e Corea, con uno scambio bilaterale complessivo che ha superato i 10 miliardi di dollari e un aumento del 10,7% delle esportazioni italiane a Seul rispetto all'anno precedente.

In effetti, l'Italia ha confermato la sua posizione come quarto maggiore esportatore dell'UE in Corea con risultati eccezionali nei settori delle componenti dell'aeronautica (+ 77%), della pelle (+ 23%), delle calzature (+ 21%), del ferro e dell'acciaio ( + 46%) e prodotti chimici organici (+ 23%). Un ruolo particolarmente significativo è giocato dall'industria della moda, essendo le imprese della moda "Made in Italy" un punto di riferimento per i beni di lusso di alta qualità (che rappresentano quasi il 30% delle importazioni coreane dall'Italia). Tuttavia, c'è ancora spazio per miglioramenti - soprattutto nel campo degli investimenti - e sono fiducioso che il lavoro entusiasta dell'ITCCK, in collaborazione con l'intero SISTEMA ITALIA, darà con successo valore aggiunto all'immagine del nostro paese in Corea.

Colgo pertanto questa occasione per estendere la mia più profonda gratitudine alla Camera di commercio italiana in Corea, al suo Presidente, al Consiglio, allo Staff e ai suoi membri per l'ottimo lavoro svolto finora e i miei migliori auguri per un 2019 di continua collaborazione e successo.

L’AMBASCIATORE D’ITALIA
Federico Failla